Scarpe molto speciali

L’altro giorno stavamo giocando sul tappeto.
Eravamo io, Chiara, Lucia e la mamma, quando Chiara ha dato senza volere una botta alla mamma.

Mamma: “Ahia Chiara! Mi hai pestato un fianco. Stai attenta quando ti sposti perché la Lucia è piccola e potresti farle molto male. Lei non è forte come te e la mamma”.
Chiara (senza fare una piega): “Non preoccuparti mamma, ci penso io!”.

E noi eravamo già pronti pensando “adesso arriva un bacino”. E invece è arrivata una scarpa!

Si, avete capito bene: una scarpa.

Il risvolto tragicomico è stato raggiunto subito dopo, perché in seguito alle risate del qui presente babbo Chiara ha iniziato una dimostrazione degna di un bancarellista storico della montagnola.

Thump! (rumore di Chiara che urta apposta qualcuno di fianco): “oh, scusa, ti ho fatto male. Ci penso io!”.
Thump! (rumore di scarpa che si abbatte sul fianco del malcapitato).

Babbo (serio): “Scarpe di principessa sono scarpe da guaritrice. Il professore sarebbe contento”.

Siamo una famiglia di pazzi scatenati, è evidente.

You may also like...

Rispondi