‘o festeggiamo strano?

Macchina nella nebbia...Come vi ho detto, ho compiuto da poco gli anni… 28 per la precisione.
 
Il 3 abbiamo quindi deciso di andare a festeggiare tutti insieme: io, mia moglia e il pancione.
 
Abbiamo scelto di andare in un agriturismo a Sasso Marconi, vicino a Bologna. Per chi passa da queste parti è l’agriturismo "le Conchiglie" (davvero consigliato).
 
Mit-Moglie: "Questa sera avete posto?"
Agr.: "si, ma voi le avete le catene, vero? Qui di neve ce n’è parecchia!"
MitMoglie: "Beppe, abbiamo le catene?"
Mit: "Certo, le ho chieste a mio padre, ce le ho nel bagagliaio".
 
"ce le ho ne bagagliaio"… le ultime parole famose…
 
… si, perché al momento di montarle, cioè in una salita allucinante con 3 dita di neve fresca… in questa condizione assurda dove mettendo il freno a mano e togliendo la marcia, per il piccolo scossone l’auto ha cominciato a scendere da sola (panico assoluto)… in questa condizione viene fuori che le catene sono effettivamente nel bagagliaio… ma sono piccole, e non si chiudono!
 
A questo punto le ho provate tutte, e dopo pratici 45 minuti di tentativi variegati abbiamo deciso di lasciare la macchina da un lato (quasi parcheggiata) e di andare a piedi"tanto manca meno di un chilometro".
 
Ed allora Mit, la Mit-Moglie ed il pancione (che però non è poi ancora così pancione, perché siamo al 5° mese) si sono incamminati verso l’agriturismo a piedi.
 
Dopo un certo di numero di curve "magari dopo questa ci sono le luci" – "no, neanche ‘stavolta", siamo arrivati.
 
"Avete una camera libera, vero? Che noi ci fermiamo a dormire qui…"
 
La serata è stata bellissima, abbiamo mangiato divinamente e ci siamo romanticamente fermati nell’agriturismo, per poi tornare in ufficio (con un paio d’ore di ritardo sull’orario standard) il giorno dopo.
 
Davvero bello, peccato non averlo pensato così dall’inizio… avremmo potuto anche avere lo spazzolino e il pigiama!
 
L’anno prossimo lo rifacciamo di sicuro… sempre il 3: Mit, la Mit-Moglie e il Mit-Figlio.
 
Nella foto potete notare il panorama da paesino disperso nelle nebbie e nella neve in cui eravamo incastrati. La macchina è proprio la nostra, ma fin lì ce l’hanno trainata con un suv decisamente palluto.

You may also like...

5 Responses

  1. Puccio ha detto:

    Della serie "non tutti i mali vengono per nuocere".

    Ricoda che girare con una valigetta da viaggio sempre pronta fa molto "avventuriero" nel senso cattivo del termine.

    L’effetto è annullato se hai in macchina tua moglie!!!!

    Per informazione le catene per la macchina devo essere fatte apposta per le dimensioni del pneumatico: Sul medesimo trovi una serie di 3 numeri (multipli di 5 a 2 o 3 cifre). tra il secondo e il terzo numero c’è anche una R. Se vai in una grossa ferramenta o fornìture per auto con quelle cifre non puoi sbagliare.

    Tutta questa erudizione su tale materia deriva da un paio di figuracce fatte all’OBI prima di partire per la festa di Capodanno.

    P.S. guardaci di giorno e in posto ben assolato perchè di sera sono pressochè illeggibili. Fidati.

    P.P.S. Come insegna Murphy Se hai l’ombrello non piove, se lavi la macchina piove, etc… Tu ora puoi aggiungere "se hai le catene, ma non sono della misura giusta, NEVICHERA’" 

  2. Mitsuhashi ha detto:

    ah guarda… per le misure delle catene ero già ferratissimo per similissima figuraccia fatta non so dove…

    il problema è che sulla scatola c’è la combatibilità con le mie gomme, dentro no 😛

  3. nomade ha detto:

    probabilmente perchè tuo babbo ha detto di aver reupcerato nel trasloco 4 paia di catene, otlre alle sue, e deve aver fatto casino tra catene e relative scatole…

  4. Puccio ha detto:

    Quindi non è colpa delle catene ma di un’abile sostituzione, sul modello del gioco delle tre carte.

    Succede anche nelle migliori famiglie(come si usa dire).

  5. kiara ha detto:

    noooo…questa del nomadINO me l’ero persa!!!! ma congratulazionissime!!! chissà che bel compleanno, con due eventi così da festeggiare 🙂

     

Rispondi