ne vale la pena

In questi giorni di tiro assurdo, in cui rischio di addormentarmi la mattina quando vado in bagno, dormo poco ed ho un po’ paura di tutto…
 
… in questi giorni ci sono rari ma intensi momenti di certa illuminazione nei quali, guardando mia moglie e mia figlia, sembra che la realtà sia lì. 
Tutta lì. Concentrata lì.
Tesa ad urlarmi contro che ne vale la pena e che non c’è d’aver paura di nulla se non di non viverla.
 
Se solo avessi un po’ più fede e mi fidassi di più di quel che vedo invece di quello che credo di sapere dall’alto della mia superbia…

You may also like...

60 Responses

  1. nomade ha detto:

    w gli escamotage!!!
    (e speriamo bene…)

  2. Puccio ha detto:

    Sono stato latitante per un paio di motivi:

    1) Senza connessione in ufficio per qualche giorno e del lavoro in arretrato.

    2) Non ho novità di rilievo. A parte alcuni deliri del Grande Antico.

    Ciao

  3. nomade ha detto:

    puccio, per fortuna sei tornato! senza di te questo blog langue… (mica per essere sarcastici verso il legittimo e ormai scomparso proprietario…)

  4. Puccio ha detto:

    Ok sono di nuovo qui.

    A parte la colite da stress che mi ha tenuto sveglio e doloronte va abbastanza bene.

    Per i miei futuri ex datori di lavoro dovrei mettere un cartello con su scritta la seguente "preghiera dell’amicizia":

    Che le pulci di mille cammelli infestino il sedere di colui che ti rovina la giornata e che le sue braccia siano troppo corte per grattarsi….
    Buona giornata!
     

  5. nomade ha detto:

    notevole!! il preghiera, intendo, non la colite. quella era immaginabile, visto quanto ti stanno facendo penare. resisti (e dì al tuo colon di fare lo stesso), è ancora per poco.

  6. Puccio ha detto:

    Oggi la Vecchia si è lamentata che lavora troppo e che ha troppo da fare.

    Premettendo che ha un marito invalido ci può stare, ma non dimentichiamoci che ha una badante che fa tutto il lavoro "sporco" che la gran dama non può fare.

    Ci aggiungiamo che la donna è russa e che ha trovato il modo giusto per campare felice con il Grande Antico: gli cucina tutto quello che vuole. In particolare qunado la Vecchia è fuori.

    In particolare cucina dolci (per il diabete) e piatti elaborati ricchi di grassi e saporiti (per la dialisi) senza parlare dei fritti (per tutto il resto). 

    Come faccio a saperlo?

    Semplice la VP è arrivata questa mattina elencando cosa mancava in dispensa dopo che è stata via per un paio di giorni.

    Ce ne era abbastanza per avviare su una mensa aziendale.

  7. Puccio ha detto:

    OK. Ho una news.

    Sono ufficialmente un operativo della SPECTRE. Ieri sera ho firmato il contratto e dal 1 Ottobre sono un operativo della SPECTRE.

    Le mie mansioni saranno:

    1) progettare quadri elettrici

    2) causare guerre nei paesi del terzo mondo come in Africa, sud est asiatico e Val Marecchia

    3) programmazione di PLC e pannelli di comando

    4) corrompere agenti di potenze straniere

    5) controllo dei materiali e precollaudo dei prodotti

    6) rubare le caramelle ai bambini (possibilmente ricchi e famosi)

    7) varie ed eventuali tra cui possibili trasferte in Italia ed all’estero.

    A parte le cavolate (le voci pari o dispari?) smetto martedì mattina nella gabbia di matti e inizio mercoledì dall’altra parte. Questo comporterà un sensibile calo dei miei post. Almeno per le prime settimane. Vedrò di trovare modo nella pausa pranzo di controllare il blog e aggiornarvi.

    Ciao

  8. nomade ha detto:

    ma vieeeeni!!!!!!!! ma vaaaaaaaaiiiiiiiiiii!!!!!!!!! ma su ma forza, ma che bello, ma ma ma!!! sono davvero contenta che tu esca dalla nota gabbia di matti. però, devo dire, mancherai a questo blog….

  9. Mitsuhashi ha detto:

    grandissimo Puccio!!!

    Sono davvero troppo contento. EVVAI!

  10. Puccio ha detto:

    Allora la situazione è delle più assurde nella gabbia di matti.

    I miei colleghi sono dispiaciuti che me ne vada. Uno mi ha detto una cosa abbastanza bella: "Come farò a tirare fino a sera senza di te. Con chi scambio un paio di opinioni. Il Bamboccio o la Strega?"

    Mi ha fatto piacere. Lui e la segretaria sono le uniche persone che considero dei colleghi nell’ultimo anno.

    Grazie al cielo non ho difficoltà a socializzare. Come disse un mio ex collega di Bologna "Difficoltà? Tu sei come un vecchia troia". Forse, con un discreto sforzo, posso considerarlo un complimento alla mia capacità di entrare in sintonia con il prossimo, alla mia empatia, etc.

     Ciao

Rispondi