Io sono solo andato nella stanza accanto

Amica cara, amica lontana e vicina allo stesso tempo e della quale ho parlato questa sera con la mia mogliettina. Ho fatto bene, a parlarne.

Ho fatto bene perché Anna mi ha suggerito di cercare e leggere questa poesia di Péguy. L’ho fatto. E non ho potuto fare a meno di pensare “questa la devo scrivere sul blog, per lei”.

Un abbraccio gigante da parte di tutta la famiglia.

L’amore non svanisce mai

La morte non e’ niente,
io sono solo andato nella stanza accanto.
Io sono io.
Voi siete voi.
Cio’ che ero per voi lo sono sempre.
Parlatemi come mi avete sempre parlato.
Non usate un tono diverso.
Non abbiate l’aria solenne o triste.
Continuate a ridere di cio’ che ci faceva ridere insieme.
Sorridete, pensate a me, pregate per me.
Che il mio nome sia pronunciato in casa come lo e’ sempre stato.
Senza alcuna enfasi, senza alcuna ombra di tristezza.
La vita ha il significato di sempre.
Il filo non e’ spezzato.
Perche’ dovrei essere fuori dai vostri pensieri?
Semplicemente perche’ sono fuori dalla vostra vista?
Io non sono lontano, sono solo dall’altro lato del cammino.

Charles Péguy

You may also like...

1 Response

  1. koalakia ha detto:

    ….grazie, grazie. semplicemnte: GRAZIE. invisibili, non assenti. e noi…lontani, ma vicini:-)

Rispondi