Io so perché la voto

Ve l’ho detto circa tre settimane fa: ho ritrovato un’amica parlando di elezioni amministrative.

Ho deciso di votare per lei fondamentalmente per  3 motivi:

  1. ci crede veramente;
  2. ha voglia di imparare;
  3. è appassionata alla realtà.

Valentina Castaldini nella politica ci crede. Crede che se il suo cuore batte per qualcosa allora questo qualcosa può essere portato ovunque. Deve essere portato ovunque. E lei lo porta con sé nell’impegno politico verso la mia cara Bologna. Nella maggior parte delle persone che incontro e dei politici che ho ascoltato, la cosa solitamente più evidente è l’attaccamento a un principio, a un’idea. Valentina invece è attaccata al bello, vuole fare le cose bene. Ed è un modo di fare fin troppo raro ultimamente.

Ha voglia di imparare. Si confronta, cerca qualcuno da cui imparare e con cui fare un altro passo avanti. Non è a posto con sé stessa, non si sente arrivata. E anche questo è raro seppure indispensabile per la crescita personale.

E’ appassionata alla realtà. E’ lavoratrice, moglie e madre. Ha studiato, ha già fatto il consigliere comunale, va a fare la spesa come tutti quanti e così suo marito. A Valentina la realtà piace, la guarda appassionatamente. Quest’ultimo punto in particolare è fondamentale per non perdere di vista le ragioni che motivano le sue azioni. Quanti politici hanno perso questa passione per la realtà?

Se fossi uno scettico direi “Ma dove vuoi che vada? Pensi che possa cambiare la politica?” e mi fermerei lì. E invece no. Lo scetticismo non mi è mai piaciuto, preferisco osservare la realtà che mi circonda per trarne delle deduzioni obiettive.

Se guardo al cuore di Valentina e alla realtà politica che mi circonda penso che “se tutti i politici fossero come lei la politica sarebbe diversa, non ci sarebbe bisogno di cambiare niente.”

Ecco perché voto Valentina Castaldini.

You may also like...

Rispondi