Guerrieri

GuerrieriCerte volte ci sorprendiamo a guardarci allo specchio.
Certe volte ci accorgiamo che ci stiamo osservando da vicino, come spiando…
Certe volte ci guardiamo dentro per spiare i nostri segreti.
 
Queste volte ci analizziamo, ci diamo un voto e ci spaventiamo da soli.
 
 ———————-

Occhi che mi guardano
dallo specchio osservano
occhi a volte un po troppo severi scrutano
per capire quanto cè
di diverso come se
dalla faccia e dai capelli fosse semplice
intuire se quello riflesso sono ancora io
se ogni piccolo dettaglio su quel volto è proprio mio
se ce la farò ogni giorno ad affrontare tutto
quello che verrà
tutto quello che verrà 

 ———————-
 
Ce la farò? 
E una paura che attanaglia sempre tutti. Il punto non è quasi mai _come andrà?_… ma _ce la faro?_
 
 ———————-

me la caverò
proprio come ho sempre fatto
con le gambe ammortizzando il botto
poi mi rialzerò
ammaccato non distrutto
basterà una settimana a letto
poi verrà da se
ci sarà anche qualche sera in cui usciranno lacrime
ci sarà anche qualche sera in cui starò per cedere

 ———————-
 
E tutte le volte che ci succede questo la tentazione è di dire _me la caverò_.
Un po alla volta passerà tutto perché _senzaccorgermene tutto passerà_.
 
Puntiamo tutti su noi stessi, siamo noi che senza mollare mai continueremo sempre a rialzarci.
 
Io spesso mi immagino momenti difficili ed allo stesso tempo epici proprio perché vissuti difficilmente.
Perché dalla vita ho preso tutto, della vita ho capito tutto.
 
La vita dura, la vita vera, deve essere vissuta come quella di un guerriero.
 
"Unenorme figura, una figura imponente.
Una figura imponente che si arresta dopo il colpo.
Una figura enorme che vacilla e cade violentemente battendo le ginocchia.
 
Una figura incredibilmente imponente che ammortizza il colpo con le gambe.
 
Un eroe senza paura che guarda in faccia il suo nemico.
Un eroe coraggioso che non distoglie lo sguardo neanche per appoggiare le mani a terra.
Un eroe enorme e maestoso che lentamente, sceglie di rialzarsi ancora.
 
Linquadratura gira attorno alla figura imperiosa partendo dal basso e ruotandogli attorno piano piano, salendo fino allaltezza della testa. Gira piano per inquadrare ogni movimento dei muscoli che, allo spasimo, rialzano con fare faticoso e maestoso allo stesso tempo imponente quellombra nera.
La schiena delluomo sembra non finire mai, continua a drizzarsi senza sosta, lenta e inarrestabile.
 
Il guerriero si è rialzato,
Lenorme figura è di nuovo pronta alla lotta,
Limponente guerriero non si è arreso, è il più forte e si rialzerà ancora e ancora."
 
 —————————-

ma poi piano piano tutto passerà
senza accorgermene tutto passerà 

—————————-
 

Però la musica si spegne,
Però la melodia si affievolisce,
Però tutto torna come prima.

 
————————

il silenzio a volte è
peggio del rumore che
perlomeno copre il bruricare delle idee
che di notte vengono
che di notte affollano
col loro brusio il cervello e lo martellano
e fanno sembrar difficile anche ciò che non lo è
e fanno sembrare enormi anche le cose minime

 ——————–
 
Il guerriero è caduto ancora, possibile che non ci sia un modo per non inciampare?
Possibile che non vi sia proprio un guerriero così forte da non cadere mai?
 
No, finché si è da soli si cadrà, e ogni volta che con le mani ci avvicineremo al suolo sarà più doloroso.
 
Perché… perché vivere così non basta.
 
 —————————-

e così guardo te che dormi accanto e penso
che miracolo
vedi a volte accadono

me la caverò
proprio come ho sempre fatto
con le gambe ammortizzando il botto
poi mi rialzerò
ammaccato non distrutto
basterà una settimana a letto
poi verrà da se
ci sarà anche qualche sera in cui usciranno lacrime
ci sarà anche qualche sera in cui starò per cedere
ma poi col tuo aiuto tutto passerà
senza accorgermene tutto passerà 

 —————————-
 
"Linquadratura non parte più dai fianchi del guerriero. Adesso linquadratura è più larga e lo prende da un lato. Si vede tutta la figura, sicuramente imponente ma non così enorme. Tutto sembrava più grande, la proporzione spezzata da un punto di vista distorto. Ora che al fianco del guerriero cè un altro uomo la cosa è chiara. Il guerriero non è così grande, è solo forte.
 
Laltro uomo non si vede bene, non si capisce se sia forte o debole.
Laltro uomo non si vede bene eppure tende una mano al guerriero che, dopo un primo momento di incertezza, la afferra.
 
Rialzarsi diviene più semplice, e così i due diventano amici e cominciano a passeggiare insieme.
Il guerriero decide di aiutare laltro uomo nel suo percorso, e viceversa."
 
La musica non si spegne più.
La melodia non ha perso potenza, anzi… sembra rinnovata.
Tutto non torna come prima.
Tutto è stato cambiato.
 
 —————————-

me la caverò
proprio come ho sempre fatto

poi verrà da se
ci sarà anche qualche sera in cui usciranno lacrime
ci sarà anche qualche sera in cui starò per cedere
ma poi col tuo aiuto tutto passerà
senza accorgermene tutto passerà

 —————————-
 
E ancora una volta la difficoltà… cosa succede adesso?
 
E strano… ma questa domanda non è più angosciante, tanto che non è più importante sottolineare il problema che si è presentato.
 
Il guerriero non è da solo, e se cade gli è sufficiente allungare una mano per ricevere aiuto. Stessa cosa accade allaltro uomo.
 
Le difficoltà sono ancora tante, anzi… le difficoltà sembrano addirittura più forti di prima…
 
ma…
 
ma i due uomini si sentono invincibili.
I due uomini si sentono invincibili proprio nei momenti in cui si accorgono di aver bisogno luno dellaltro.
 
I due uomini sono stati resi più forti dalla loro unione, dalla loro amicizia, dal loro rapporto di reciproca stima e fiducia.
 
——————
 

Non so se Max Pezzali quando ha scritto questo pezzo ha pensato a queste cose, io lho fatto ascoltandolo.
E un po che volevo scrivere qualcosa su questo argomento, ma non trovavo il modo.
Poi mi sono accorto della canzone.
Poi me ne sono scordato.
Poi laltro giorno (3 o 4 giorni fa) in chat ho scambiato solo poche battute che mi hanno fatto tornare in mente tutto.
 
Finalmente lho scritta.
Finalmente ho scritto questa cosa stranissima… si può chiamarla analisi?
 
Analisi di un modo di vivere attraverso _Me la caverò – di Max Pezzali_

You may also like...

5 Responses

  1. Il Fancazzista Mascherato ha detto:

    bello…

    quoto!

  2. geco ha detto:

    un signor post.

  3. dashie ha detto:

    E’ una visione che sento molto vicina.. da sempre^^ Ultimamente (te ne sarai accorto) mi trovo molto in questo guerriero… ma ci sono molte mani tese ad aiutarmi, grazie belli… ‘famoje ‘r culo! ^^

  4. dashie ha detto:

    oè, un ps: non fatevi viaggi strani, la katana è MIA ^^

  5. nomade ha detto:

    e la macchina?? comunque, bravo viandante, hai davvero trovato un modo più bello di dire qualcosa che pensano tutti…

Rispondi