Bisogna centrare il punto

Molti di voi non lo sapranno, ma in questo periodo a Bologna c’è la bufera Cancellieri sui nidi, il commissario della città propone di:

  • chiudere circa 8 nidi per ristrutturarli e riaprirli, in mano a cooperative;
  • peggior rapporto bambini/insegnanti (da 1/6 a 1/7 e da 1/4 a 1/5);
  • nuovo orario standard di consegna dei bambini alle 16.30, con rata differente del 10% per chi utilizza l’orario prolungato (come me);
  • aumento della refezione scolastica;
  • aumento della rata di iscrizione.

Mia moglie è presidente del comitato genitori dell’asilo a cui vanno Chiara e Lucia, e in questi giorni c’è stata un po’ di maretta tra i genitori perché è stato formato un comitato parallelo di genitori nidi e materne di Bologna, per protestare più attivamente.

Voglio tornare sull’argomento dopo essermi documentato meglio, ma una cosa la voglio dire subito: mi sembra che il comitato in questione stia chiedendo la cosa sbagliata. Sento sempre parlare solo dell’aumento della rata e di quanto non sia legittima la manovra. Quello economico è un problema sensibile anche per me, ma pagare meno non è una soluzione adeguata al problema educazione delle mie figlie.

Il problema è la qualità dell’educazione dei bambini, perché non si parte da qui?

Come padre non me ne frega assolutamente niente se la manovra del comune è legittima o meno. M’importa invece che sia accettabile dalle famiglie. Accettabile, non legittima.
E’ profondamente diverso sia nella teoria che nella pratica.

Se non si cerca di perseguire il valore giusto non è possibile percorrere la strada giusta.

You may also like...

2 Responses

  1. kiara ha detto:

    ahi ahi ahiahi, mit…qui si toccano tasti dolenti e il prendere posizione mi pare non leggitimo ma (per citare te) DOVEROSO.
    noi non abbiamo scelto il nido ma altre strade/sistemazioni, ma la materna è lì dietro l’angolo ed io mi domando se e quanto le due strutture differiscano…con tutti gli annessi e connessi del caso, chiaro. ma chiaretta non va ancora alla materna..o sì??

  2. Giuseppe Lanzi ha detto:

    Chiara ancora non va alla materna, l’anno prossimo 🙂
    Adesso vanno entrambe allo stesso nido.

Rispondi