Bar e acqua sigillata?

La prossima estate nei bar si servirà solo acqua sigillata…
 
La notizia reperibile qui http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2005/04_Aprile/08/acqua.shtml
 
Ma io mi chiedo una cosa… perché combattiamo sempre il nemico meno pericoloso?
Non mi sembra che in italia il problema principale sia l’acqua di rubinetto o meno al bar, piuttosto spenderei tutti i soldi che serviranno a imbottigliare tutta quell’acqua per rimettere a posto gli acquedotti del sud, che ce n’è più bisogno… Ed è per dire una cazzata perché ci sono 1000 cose che inseguiamo e che non sono pericolose "per davvero" (le polveri sottili delle automobili non sono neanche paragonabili all’inquinamento delle caldaie, per esempio. E cambiare la caldaia costa meno che cambiare la macchina).
 
Boh, io non sono un politico, non sono un fisico, non sono un esperto in ecologia… sono un ingegnere informatico (ancora studente ma praticante) e mi accorgo che l’algoritmo con cui si affrontano i problemi sfugge completamente alla mia comprensione.
 
Evidentemente, siccome lo dicono loro (chi? Gli jedi?) sarà una cosa intelligentissima.

You may also like...

9 Responses

  1. setita ha detto:

    semplicemente perchè il mercato delle caldaie è meno importente di quello dell’auto, perchè la politica gira secondo i bisogni economici e raramente quelli umani.

    Gianni!!! son tornato!

  2. abreslosojos ha detto:

    questo era il tipo di post da vero byker che dicevi??

  3. Mitsuhashi ha detto:

    ehm… ops, ho scazzato la scaletta, eh? 😛

     

    vabbeh, lo posterò questa sera, promesso! 😀

  4. MrMonster ha detto:

    Ma come Mitsu, volevi fare un post da vero byker e non mi dici nulla? E si che ci siamo visti ieri sera…

    Decisamente non ci siamo

  5. Puccio ha detto:

    Da brava larva di informatico dovresti sapere che i problemi hanno solo 3 tipi di soluzini:

    – la soluzione che risolve il problema (so che sembra lapalissiano, ma ci sono delle implicazioni).

    – delegare la soluzioni ad altri.

    – Ignorare il problema con aria di sufficienza e una scrollata di spalle.

    Comunque torniamo al discorso dell’acqua "in bottiglia sigillata": tutto è sorto a causa di quei soliti furbi che fanno di tutto per far soldi, tipo rabboccare al rubinetto una bottiglia aperta per poi risevirla ad un altro tavolo.

    A parte il discorso igienico: MOLTO IMPORTANTE! Se io mi attacco al collo della MIA bottiglia (maleducazione a parte) sono solo affari miei, ma se poi lo fa un altro ad un altro tavolo? Non sono così sicuro che ne sarebbe contento.

    Mi spiace di essere a volte indelicato, ma mi esprimo così.

  6. nomade ha detto:

    mi autociterò. l’attacco frontale (ai problemi) è la migliore strategia!! vedi che vieni dalla mia parte?!? ;PP

  7. Puccio ha detto:

    Non sono completamente d’accordo con la tecnica de "l’attacco frontale (ai problemi)".

    A volte funziona, più spesso no.

    Professo la tecnica galileiana basata su 3 semplici passaggi:

    1 osservazione (studio il problema)

    2 deduzione (traggo delle conclusioni e delineo una soluzione)

    3 sperimentazione (vedo se ho ragione oppure no).

    Sebbene sia un promotore della linea "dolce" mi abbasso in fretta a passare alla linea "dura".

    In certe situazioni e con certi soggetti l’unico dialogo è a urla e bastonate.

    Mi ricorda il mitico "progetto fantascienza": Geco, Fancazzista, MrMonster ed io in palestra.

    Il dialogo fu inutile dopo le prime 6 settimane… Con mio grande rammarico.

    P.S. Ieri sono andato a Siena a vedere la città e la mostra di Ugo Pratt. Tutto M E R A V I G L I O S O.

  8. kiara ha detto:

    il koala propone: meno ACQUA e più ALCOOL per tuttiii!!

    ahh..già…no…questo lo direbbe semmai quell’altro

  9. Mitsuhashi ha detto:

    Kiara: porgo il mio voto favorevole all’aumento dell’alcool pro capite.

    Puccio: Avremmo tanto voluto venire ed avremmo in ogni caso dovuto chiamarvi. Scusaci, siamo stati incredibilmente maleducati, e scuse anche alla dolce metà. Vi invidiamo molto per Pratt.
    Sul discorso dell’acqua sono d’accordo che non abbiam fatto qualcosa di inutile, però c’erano cose più utili e più importanti da fare prima, a mio avviso.

    Nomade: L’attacco frontale non sta diventando una mia norma di vita (tanto per dirlo), però il lamento è una delle cose che mi riesce meglio 😛

    MrMonster: Ma come non te lo dico, sono settimane che voglio fare un post in cui narro cosa ho fatto alla moto per farne ciò che è adesso, uno meraviglioso bolide 2 ruote.

    Ade e Demona: Com’è andata ieri? 🙂

Rispondi